Articoli con tag ARROSTO

SPECIALE PASQUA: ARROSTO DI VITELLO CON PATATE NOVELLE


DSC04268DSC04270

Prepariamoci alla Pasqua con un super classico: sua maestà “L’ARROSTO”.

Farcito con delle verdure leggermente sbianchite, steccato con lardo ed un trito di erme aromatiche, arrotolato nella pancetta, insomma potete cucinarlo in svariati modi, come più vi stuzzica la fantasia. Oggi vi propongo una ricetta semplice e tradizionale che accoglierà i consensi di tutti i commensali, anche i palati più difficili….

Ingredienti (per 4 persone)

Per l’arrosto

800 g   fesa di vitello (legata con spago da cucina per conservare la forma durante la cottura)

2 carote

1 gamba di sedano

1 cipolla

1 bicchiere di vino bianco (secco)

1 tazza di brodo vegetale

1 ramoscello di rosmarino

1 ramoscello di timo

1 ramoscello di erba salvia

q.b. olio evo

q.b.     sale

q.b       pepe macinato fresco

Per il contorno

500 g patate novelle

1 ramoscello di rosmarino

q.b. olio evo

q.b.     sale

q.b       pepe macinato fresco

4 spicchi di aglio (in camicia)

Preparazione dell’arrosto

Asciugate molto bene la carne con una carta assorbente, questa operazione è molto importante per migliorarne la doratura.

Scaldate in un tegame largo (a bordo alto) quattro cucchiai di olio evo, dopo di che rosolate accuratamente l’arrosto su tutti i lati, girandolo spesso e facendo attenzione a non bucarlo (per non perdere i liquidi contenuti tra le fibre della carne), alla fine del procedimento la carne dovrà apparire ben dorata. A questo punto, su fiamma vivace, aggiungete il vino (caldo, per non arrestare la cottura) e fate sfumare per alcuni minuti, dopo di che aggiungete cipolla, carota e sedano tritati in minuscoli cubetti e lasciate rosolare un altro pochino. Unite le erbe aromatiche che avrete legato con uno spago da cucina a formare un bouquet aromatico, insaporite poi con un bel pizzico di sale ed una generosa macinata di pepe ed infine aggiungete ½ tazza di brodo caldo (tenetene da parte un po’ che vi servirà durante la cottura).

Lasciate cuocere a fuoco medio/basso (con un coperchio con valvola) per circa 1 ora, ricordandovi di girare l’arrosto di tanto in tanto e soprattutto aggiungendo un po’ di brodo se si dovesse asciugare troppo il fondo di cottura, verso fine cottura eliminate il bouquet aromatico.

Mentre cuoce l’arrosto, potete preparate le patate novelle: sbucciate e lavate le patate (molti le cuociono con la pelle, io personalmente preferisco sbucciarle, è un lavoro un po’ meticoloso, ma è solo una questione di gusti), dopo di che asciugatele con della carta da cucina. Mettete le patate sbucciate in una ciotola, aromatizzatele con rosmarino tritato finemente (1 o 2 cucchiai), una bella macinata di pepe, sale ed irroratele infine con dell’olio evo (attenzione non devono galleggiare nell’olio). Mescolatele con due cucchiai per amalgamare i sapori ed infine trasferitele in una teglia da forno, mettete qua e la gli spicchi d’aglio in camicia ed infornate a 180°C (forno preriscaldato e ventilato) per circa 45 min. Quando saranno belle dorate levatele (vedrete che saranno pronte più o meno quando sarà cotto l’arrosto).

Passato il tempo necessario per la cottura dell’arrosto, toglietelo dal tegame, avvolgetelo in un foglio di alluminio e lasciatelo riposare su di un tagliere.

Frullate poi il fondo di cottura con un mixer e mettete la salsa da parte in caldo.

Passato il tempo di riposo, tagliate la carne a fette non troppo sottili, adagiate le fette d’arrosto su un piatto da portata, irroratele con la sua salsa ben calda ed accompagnate il tutto con le patate novelle.

, ,

3 commenti

POLLO ARROSTO CON PATATE E CHAMPIGNON


DSC03589

Se pensiamo ad un piatto semplice, gustoso che ci riporta alla tradizione e al pranzo della domenica, stiamo parlando del pollo arrosto. Un favoloso secondo che ci riporta all’infanzia, è sempre stato e credo che lo sia ancora, il re del pranzo in famiglia. Oggi ho voluto reinterpretare questo piatto classico della cucina italiana con una ricetta facile ed efficace. Amici, provatelo perché vi lascerà letteralmente a bocca aperta!

RICETTA ILLUSTRATA

Ingredienti pollo arrosto

800 g               pollo (busto) già pulito

1                     limone non trattato

q.b.                  rosmarino fresco (del mio orto)

q.b.                  erba salvia fresca (del mio orto)

3                      spicchi di aglio (sbucciato)

q.b.                  olio extra vergine di oliva

q.b.                  burro ammorbidito – circa 60/80 g

q.b.                  sale

q.b.                  pepe macinato fresco

Ingredienti funghi rosolati

500 g               funghi champignon (interi da pulire)

1/2                   bicchiere circa di vino bianco secco

2                      spicchi di aglio sbucciato

q.b.                  olio extra vergine di oliva

q.b.                  burro (circa 40 g)

q.b.                  sale

q.b                   pepe macinato fresco

Ingredienti patate saltate

4-6                  patate medie (pasta gialla)

1/2                   bicchiere brodo vegetale

2                      spicchi di aglio sbucciato

q.b.                  olio extra vergine di oliva

q.b.                  sale

q.b                   pepe macinato fresco

Preparazione

Preparate il pollo: passatelo su di una fiamma per bruciare l’eventuale “peluria” rimasta, dopo di che lavatelo con cura sotto acqua corrente sia esternamente che internamente, asciugatelo poi con carta assorbente.

Preparate un trito aromatico con rosmarino, erba salvia, aglio e mettete da parte il tutto in una ciotolina.

Strofinate mezzo limone su tutta la superficie del pollo (dentro e fuori).

DSC03573

Insaporite accuratamente la cavità interna del pollo con sale, pepe e un pochino di trito aromatico, inserite infine il mezzo limone nella cavità del pollo.

DSC03574

Preparate un burro aromatico amalgamando con cura il burro (quasi in pomata) con il trito aromatico, tre pizzichi di sale ed il pepe. Dopo di che, spalmate tutta la superfice del pollo con il burro preparato, praticando un vero e proprio massaggio (passate il burro anche sulle alette e sulle cosce, non dimenticatevi, il burro donerà alla pelle una maggiore croccantezza). Cospargete infine il pollo impomatato con ulteriore sale e pepe. Legate poi le cosce del pollo, per chiudere la cavità addominale, avvolgendole con uno spago da cucina.

Versate in una teglia 2-3 cucchiai di olio, adagiate il pollo e cuocetelo in forno preriscaldato alla temperatura di circa 200°C per circa 45 minuti dopo di che giratelo. Continuate la cottura per altri 45 minuti circa e rigiratelo e continuate la cottura fino alla doratura desiderata (per altri 20 minuti).

DSC03586

Preparate i funghi: ripulite i funghi tagliando la base del gambo sporca di terra, dopo di che prelevate il gambo dal cappello del fungo ed infine con un coltellino eliminate la pellicina del cappello del fungo partendo dalla spugna e vedrete che si solleverà con facilità.

DSC03579

Affettate finemente tutte le parti dei champignon e mettete da parte.

DSC03580

Scaldate in una padella antiaderente qualche cucchiaio di olio e.v.o., aggiungete l’aglio e lasciate insaporire l’olio, prima che scurisca, levatelo. Unite i funghi, salate, pepate, aggiungete il vino (riscaldato per non arrestare la cottura) e fate sfumare. Cuocere i funghi saltandoli in padella fino a quando non saranno ben rosolati.

DSC03581

Preparate le patate: sbucciate, risciacquate le patate e tagliatele a cubetti non troppo grandi.

DSC03582

Scaldate in una padella antiaderente qualche cucchiaio di olio e.v.o., aggiungete l’aglio e lasciate insaporire l’olio, prima che scurisca, levatelo. Unite le patate, salate, pepate, aggiungete il brodo (riscaldato per non arrestare la cottura). Cuocere le patate saltandole in padella fino a quando non saranno cotte, ma non troppo tenere.

DSC03584

Munitevi infine di una teglia bella larga, ungetela con un filo di olio e.v.o. ed adagiate patate e funghi, uniti assieme, con i loro succhi di cottura. Create uno spazio nel centro, adagiate il pollo cotto, versate sopra il pollo il suo liquido di cottura e rimettete il tutto in forno per circa 15-20 minuti, di modo che le patate si doreranno ed i sapori si amalgameranno tra loro. Passato il tempo per la doratura finale, toglietelo dal forno, servitelo su un piatto da portata ed attorniatelo con le patate ed i funghi.

Buon appetito!!!!

DSC03589

, , , , ,

3 commenti

ARROSTO DI COSCIA DI MAIALE CON SALSA DI MIRTILLI ROSSI CON PATATE DEL BOSCO


Un secondo goloso ed interessante per i palati più esigenti…

Ingredienti (per 4 persone)

800 g        coscia di maiale (legata con lo spago da cucina come un arrosto)

200 g        mirtilli essiccati

1               bouquet aromatico (1 ramoscello di rosmarino, delle foglioline di erba salvia e 2 foglioline di alloro legati assieme

a formare un mazzolino con dello spago da cucina)

q.b.           olio e.v.o.

1/2            cipolla rossa

2               scalogni

q.b.           sale

q.b            pepe in grani macinato fresco

4               chiodi di garofano

2               cucchiai di zucchero di canna

250 ml      vino rosso fermo

250 ml      brodo di carne

Per il contorno

4/6            patate medie

200 g        funghi champignon già puliti

2               spicchi di aglio

q.b.           sale

q.b            pepe in grani macinato fresco

50 ml        brodo di carne

Preparazione

Preparate l’arrosto: asciugate molto bene la carne con una carta da cucina, questa operazione è molto importante per migliorarne la doratura. Intanto, tritate finemente la cipolla e lo scalogno.

In una teglia da forno aggiungete dell’olio e.v.o. (circa 4 cucchiai), unite il trito preparato ed adagiate l’arrosto al centro della teglia, disponetevi poi tutt’intorno, in modo uniforme, i mirtilli rossi che avrete precedentemente ammollato in acqua per reidratare i frutti ed il bouquet aromatico, aggiungete poi i chiodi di garofano, lo zucchero di canna ed infine salate e pepare abbondantemente.

Fate cuocere in forno preriscaldato a 200/210 °C per circa 30 minuti ( per dorate e quindi sigillare la carne) dopo di che, irrorate la carne con il vino rosso. Abbassate poi la temperatura del forno a 180°C e proseguite la cottura per 1 ora e 30 min. circa, controllando sempre che il liquido non si asciughi troppo, aggiungete di tanto in tanto del brodo, vi servirà per avere un po’ di fondo di cottura per preparare la salsa. A metà cottura girate l’arrosto.

Nel frattempo preparate il contorno: tagliate a cubetti (non troppo grandi) le patate ed a fettine i funghi champignon. Dopo di che, scaldate in una padella antiaderente qualche cucchiaio di olio e.v.o., aggiungete due spicchi d’aglio sbucciato e lasciate insaporire l’olio, prima che scurisca, levatelo. Aggiungete le patate, salate, pepate e lasciate cuocere per circa 15 minuti aggiungendo qualche cucchiaio di brodo. Quando le patate saranno tenere ma non troppo cotte, aggiungete i funghi e fate rosolare il tutto, aggiungete ancora un pizzico di sale ed una macinata di pepe. Quando le patate ed i funghi saranno appena dorati, spegnete il fuoco e mettete da parte.

Una volta ben cotto e dorato, levate l’arrosto dal forno. Mettete la carne su un tagliere a riposare. Eliminate gli aromi, raccogliete il fondo di cottura con i mirtilli rossi e frullate con un mixer fino ad ottenere una salsa (aggiustate di sale la salsa se necessario).

Ora che la carne avrà riposato ed i succhi ridistribuiti nelle fibre, tagliatela  a fette non troppo sottili, disponetele su di un piatto di portata e nappate l’arrosto con la salsa a mirtilli rossi. Accompagnate l’arrosto con il contorno preparato.

, , ,

3 commenti

ARROSTO DI VITELLO ALLE PRUGNE


DSC02912

Questo piatto è una vera chicca per chi ama la carne abbinata al dolce contrasto della frutta. In particolar modo, le prugne come anche le mese per esempio giocano un ruolo fantastico assieme a carni succulente donando loro una nota golosa e decisamente stuzzicante al vostro piatto..

Ingredienti (per 4 persone)

800 g        filetto di vitello

250 g        prugne disidratate denocciolate

10-12       fette di pancetta tesa affettate sottilmente

1               bouquet aromatico (ramoscello di rosmarino, salvia, alloro legati insieme con spago da cucina)

q.b.           olio extravergine

1               cipolla

2               carote

2               coste di sedano

1               spicchio di aglio sbucciato (spremuto)

q.b.           sale

q.b            pepe macinato grosso

250 ml      vino bianco secco

1               bicchiere di brodo (se necessario)

1               cucchiaio di amido di mais (se necessario)

Preparazione

Preparate il filetto: asciugate molto bene la carne con una carta assorbente, questa operazione è molto importante per migliorarne la doratura. Dopo di che con un coltello affilato praticate un taglio longitudinalmente al centro del filetto andando in profondità fino a metà, aprite i due lembi, insaporite con sale e pepe e farcite con le prugne secche mettendone una in fila all’altra per tutta la lunghezza dell’arrosto. Richiudete l’incisione bardando il filetto con le fette di pancetta e legate infine con spago da cucina. Intanto tritate grossolanamente cipolla, carote e sedano.

In una teglia da forno aggiungete dell’olio extravergine (circa 3 o 4 cucchiai), unite il trito preparato, l’aglio spremuto ed adagiate il filetto al centro della teglia, disponetevi poi tutt’intorno, in modo uniforme, le prugne secche ed il bouquet aromatico. Irrorate con il vino ed infine salate e pepate.

Fate cuocere in forno il filetto per circa 45/50 minuti, controllando sempre che il liquido non si asciughi troppo ( se dovesse asciugare eccessivamente aggiungete 1 bicchiere di brodo. A fine cottura (tenete conto che dovrà essere ben dorato), levatelo dal forno. Mettete la carne su un tagliere a riposare. Eliminate il bouquet aromatico, raccogliete con un  cucchiaio le prugne e mettetele da parte, poi mettete nel bicchiere del mixer il fondo di cottura ed il trito di cipolle/carote/sedano e frullate tutto e se la salsa risultasse troppo liquida, mettetela in un pentolino, aggiungete 1 cucchiaio di amido di mais e fate cuocere a fuoco dolce per 5/10 minuti fino ad ottenere una salsa fluida ma corposa. Aggiustate di sale la salsa se necessario.

Ora che la carne avrà riposato e pertanto i succhi si saranno ben ridistribuiti in tutte le fibre, tagliatela a fette non troppo sottili, disponetele su di un piatto di portata e accompagnate l’arrosto con le prugne e la salsa preparata.

, , ,

2 commenti

OCA NOSTRANA ARROSTO CON CONTORNO DI INSALATINA MISTA


, ,

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: