Articoli con tag TARTELLETTE

APERICHIC: FINGER FOOD CHE PASSIONE!


dsc04161dsc04158

Per un aperitivo stuzzicante e in pieno stile, ecco una serie di finger food semplici da preparare ma di grande effetto che sapranno accontentare tutti i gusti dei vostri commensali.

TARTELLETTE LENTICCHIE E COTECHINO

Ingredienti (per circa 10-15 tartellette)

250 g pasta brisé (già preparata)

200 g lenticchie già lessate

1 cotechino già lessato

½ cipolla

1 carota

½ gambo di sedano

2 cucchiai di concentrato di pomodoro

q.b. olio evo

q.b. sale

q.b. pepe nero macinato fresco

Vi serviranno inoltre:

10 stampini piccoli da tartelletta

Preparazione

Stendete la pasta brisé e ritagliate, con un coppa-pasta rotondo, dei cerchietti leggermente più grandi degli stampini da tartelletta. Imburrate gli stampini e foderateli con i cerchietti di pasta brisé facendoli ben aderire allo stampo, se sbordano ritagliate la pasta in eccesso. Dopo di che bucherellate il fondo ed informateli a 180°C per 10-15 min. fino a doratura.

Nel frattempo tritate finemente cipolla, carota e sedano, versate dell’olio in una casseruolina ed accendete il fuoco, quando l’olio comincia a sfrigolare aggiungete le verdure del soffritto e fate soffriggere a fuoco moderato fino a quando la cipolla sarà diventata traslucida. Per evitare che le verdure si brucino e per permettere una cottura uniforme, potete aggiungere un paio di cucchiai di acqua calda, continuate la cottura fino a quando le verdure saranno cotte.

Unite poi le lenticchie lessate, il concentrato di pomodoro, salate, pepate e lasciate cuocere per 10-15 minuti per insaporire bene il tutto.

Una volte dorate le tartellette, levatele dal forno e lasciatele riposare 5/10 minuti prima di staccarle dagli stampini.

Adagiate le tartellette in un piatto da portata, riempite ciascuna tartelletta con un cucchiaio di lenticchie insaporite ed infine guarnite con una fettina di cotechino ancora caldo. Servitele ben calde.

CROSTINI DI FEGATO E PISTACCHI DI BRONTE

Ingredienti (per circa 10-15 crostini)

10-15 fettine di pane (tipo baguette) spessore 1 cm – dia. 5-6 cm

200 g fegato di vitello

2 scalogni

1 tazza di latte

4/6 foglioline di erba salvia

12 bicchiere di cognac

75 g burro

2/3 cucchiai di panna montata

½ bicchiere di Brandy

q.b. olio evo

q.b. sale

q.b. pepe nero macinato fresco

4 capperi (dissalati)

3 filetti di acciuga

80 g pistacchi di Bronte (sgusciati e non salati)

Preparazione

Mettete il fegato a bagno nel latte per ammorbidirlo e lasciatelo in ammollo per circa 1 ora.

Tritate finemente gli scalogni e fateli rosolare in padella con un filo di olio ed una noce di burro. Quando si saranno imbionditi, aggiungete il fegato (ben scolato dal latte), regolate di sale ed insaporite con una bella macinata di pepe.

Aggiungete poi la salvia e fate cuocere per una decina di minuti. Verso la fine della cottura alzate la fiamma e versate il Brandy, lasciate sfumare ed infine eliminate la salvia.

Versate il fegato con il suo fondo di cottura nel mixer ed aggiungete il burro restante, la panna montata, i capperi, i filetti di acciuga. Frullate il tutto fino ad ottenere una crema densa ed omogenea. Se serve aggiustate di sale. Mettete in frigorifero a raffreddare.

Fate tostare i crostini in forno ed una volta dorati, levateli dal forno, spalmateli con il paté di fegato e guarnite con qualche pistacchio.

SFOGLIATINE AI POMODORI SECCHI

Ingredienti (per circa 10-15 sfogliatine)

230 g pasta sfoglia pronta (rettangolare)

100 g ricotta fresca

10/15 pomodorini secchi (sott’olio, ben scolati)

100 g parmigiano grattugiato

q.b. origano secco (tritato)

q.b. olio evo

q.b. sale

q.b. pepe nero macinato fresco

Preparazione

In un mixer frullate insieme: ricotta, pomodorini secchi, parmigiano, origano, un filo di olio, un pizzico di sale ed una macinata di pepe. Dovrete ottenere una crema morbida e saporita.

Srotolate la pasta sfoglia, spalmate la crema uniformemente su tutta la superficie e partendo dai lati più lunghi, arrotolate le due estremità verso il centro. Riponete poi il rotolino in frigorifero a rapprendere per circa un ora. Passato il tempo di riposo, riprendete il rotolino e con un coltello affilato, tagliatelo a fettine spesse 1,5 cm. Disponete poi le fettine in una placca rivestita con carta da forno e cuocete in forno preriscaldato alla temperatura di 200°C per circa 15 min. o fino a completa doratura.

MINI-CROISSANT AL TONNO

Ingredienti (per circa 20 briochine)

2 conf. pasta sfoglia pronta (rotonda)

200 g tonno in scatola ben sgocciolato

2 cucchiai di succo di limone

4 filetti di acciuga

q.b. olio evo

q.b. sale

q.b. pepe nero macinato fresco

q.b. semi di papavero

1 tuorlo

1 cucchiaio di panna

Preparazione

In un mixer frullate insieme: tonno, filetti di acciuga, succo di limone, un pizzico di sale, una macinata di pepe e aggiungete dell’olio a filo mentre frullate. Dovrete ottenere un composto omogeneo e corposo (non liquido).

Dopo di che, srotolate la pasta sfoglia, con una rotella per pizza ritagliate circa 10 spicchi per sfoglia. Prendete con un cucchiaino una noce di mousse di tonno e adagiatela alla base dei triangolini, dopo di che arrotolate ogni triangolo su se stesso fino ad arrivare al vertice, chiudete bene i lembi e ripiegate i cornetti a formare un croissant.

Nel frattempo, in una ciotolina miscelate la panna ed il tuorlo d’uovo che vi servirà per spennellare.

Disponete poi i croissant in una placca rivestita con carta da forno, spennellateli con un velo di miscela di tuorlo e panna preparata, cospargete ciascun croissant con semi di papavero e cuocete in forno preriscaldato alla temperatura di 200°C per circa 25 min. o fino a completa doratura.

MINI-CROISSANT AL PROSCIUTTO

Ingredienti (per circa 20 briochine)

2 conf. pasta sfoglia pronta (rotonda)

150 g prosciutto cotto (o prosciutto di Praga per un gusto leggermente affumicato)

50 ml panna fresca

q.b. sale

q.b. pepe nero macinato fresco

q.b. semi di sesamo

1 tuorlo

1 cucchiaio di panna

Preparazione

In un mixer frullate insieme: prosciutto, panna, un pizzico di sale, una macinata di pepe, dovrete ottenere un composto omogeneo e corposo (non liquido).

Dopo di che, srotolate la pasta sfoglia, con una rotella per pizza ritagliate circa 10 spicchi per sfoglia. Prendete con un cucchiaino una noce di mousse di prosciutto e adagiatela alla base dei triangolini, dopo di che arrotolate ogni triangolo su se stesso fino ad arrivare al vertice, chiudete bene i lembi e ripiegate i cornetti a formare un croissant.

Nel frattempo, in una ciotolina miscelate la panna ed il tuorlo d’uovo che vi servirà per spennellare.

Disponete poi i croissant in una placca rivestita con carta da forno, spennellateli con un velo di miscela di tuorlo e panna preparata, cospargete ciascun croissant con semi di sesamo e cuocete in forno preriscaldato alla temperatura di 200°C per circa 25 min. o fino a completa doratura.

TARTINE AL SALMONE

Ingredienti (per circa 20 tartine)

4 fette rettangolari di pane in cassetta senza bordi

4 cucchiai di maionese

200 g robiola

8 /10 fettine di salmone affumicato

q.b. sale

q.b. pepe rosa macinato fresco

q.b. olio evo

Preparazione

In una ciotola ammorbidite la robiola con un cucchiaio, dopo di che aggiungete la maionese, un pizzico di sale, una macinata di pepe rosa, un filo di olio evo ed amalgamate bene il tutto fino ad ottenere una crema morbida.

Adagiate su un tagliere 2 fette di pane in cassetta spalmatele ambedue di crema alla robiola, su una fetta adagiate metà delle fette di salmone e ricoprite infine con l’altra fetta di pane (dalla parte spalmata di farcia). Fate la stessa cosa con le altre 2 fette e gli ingredienti restanti, mettete in frigorifero a rapprendere per un ora.

Passato il tempo di riposo, riprendete il pane in cassetta farcito dal frigorifero e con un coltello affilato ritagliate dei quadratini (5 x 5 cm circa). Otterrete infine 20 tartine.

Infilzate ogni tartina al centro con uno stuzzichino di bambù e servitele su di un piatto da portata.

BIGNE’ AL GORGONZOLA

Ingredienti (per circa 20 bigné)

Per l’impasto

130 g farina “00”

18 g latte fresco

122 g burro

137 g acqua

185 g uova intere

1 pizzico di sale

Per la farcia

300 g gorgonzola dolce

300 g mascarpone

1 pizzico di sale

1 macinata di pepe nero

Procedimento per la pasta choux

Portare ad ebollizione in un tegame a bordi alti: acqua, latte, burro e sale.
Appena comincia a bollire togliere dal fuoco e versate la farina tutta in una volta, mescolando con un cucchiaio di legno ed amalgamate bene il tutto.

Rimettete il tegame sul fuoco, riportate a bollore e fate cuocere l’impasto fino a quando l’impasto si staccherà dalle pareti del tegame sfrigolando un po’. Togliete dal fuoco e fate intiepidire l’impasto, dopo di che aggiungete le uova (precedentemente sbattute con cura ) a filo, mescolando bene l’impasto al fine di amalgamare perfettamente il tutto, alla fine dovrete ottenere un composto cremoso ma non troppo liquido.

Riempite la tasca da pasticceria (con bocchetta liscia) e fate scendere il composto creando delle palline grosse come un noce e distanti circa 3 cm l’una dall’altra. Fate attenzione: se si dovesse creare un “ciuffetto” un po’ troppo marcato sulla pallina bagnate la punta di un dito con dell’acqua e premete leggermente sulla cima della pallina al fine di fare rientrare eventuali puntine. Mettete in forno a 200°C (preriscaldato) e cuocete per circa 15/20 min. Togliete dal forno e lasciate raffreddare completamente.

Procedimento per la farcia al gorgonzola
In una ciotola amalgamate con cura il gorgonzola con il mascarpone, insaporite con un pizzico di sale (se necessario) ed una macinata di pepe nero. Battete il composto con una frusta fino ad ottenere una crema morbida ed omogenea.

Procedimento per la farcitura dei bignè
Con l’aiuto di un coltellino affilato, tagliate a metà i bignè e con un sac-à-poche con bocchetta a stella create delle roselline di farcia sulla base del bigné, dopo di che richiudeteli con la metà superiore ed adagiateli nei pirottini di carta.

, , , , , , ,

Lascia un commento

TARTELLETTE ALLA FRUTTA CON CREMOSO ALLA VANIGLIA E LIMONE


DSC03316

Ingredienti per 20-25 tartellette (media grandezza)

Per la frolla (*)

500 kg    farina “00”

300 g     burro

200 g     zucchero a velo

80 g       tuorli

½           limone non trattato (la scorza)

1 g         sale

1/2         baccello di vaniglia bourbon

Per la crema

35 g       amido di mais

150        tuorli

150 g     zucchero semolato

400 g     latte fresco

100 g     panna fresca

1            limone non trattato (solo la scorza)

1/2         bacca di vaniglia bourbon

12 g       gelatina in fogli

Per la guarnizione

1          cestino di lamponi (2 lamponi per tartelletta)

1          cestino di more (1 mora per tartelletta)

1          cestino di fragole (¼ di fragola per tartelletta)

2          pesche (2 fettine per tartelletta)

q.b.      gelatina spray

(*) Questi ingredienti produrranno circa 1 kg di pasta frolla. Il ripieno di questa ricetta è sufficiente per la preparazione di circa 20/25 tartellette (medie) e pertanto vi servirà circa ½ dell’impasto preparato. Potrete quindi avvolgere l’impasto rimasto nella pellicola e riporlo nel congelatore per utilizzarlo successivamente per la preparazione di biscotti o una crostata.

Procedimento per la pasta frolla

Munitevi di una planetaria e mettete il burro e lo zucchero, lavorateli con la foglia (burro alla temperatura di circa 13°C), senza montare il composto, fino alla miscelazione degli ingredienti. Unite poi le uova una alla volta, per farle assorbire al composto di burro e zucchero, a questo punto unite la farina, la vaniglia e la scorza di limone grattugiata, non lavoratelo molto l’impasto, dovrete semplicemente fare assorbire completamente la parte liquida (burro e uova). Una volta compattato l’impasto, formate un panetto ed avvolgetelo nella pellicola, riponetelo poi in frigorifero per almeno 1 ora. Ovviamente se non avete in casa un’impastatrice, potrete utilizzare il metodo tradizionale, ossia facendo la classica “fontana”. Passato il tempo di riposo, prendete 20-25 stampini da tartelletta ed imburrateli con del burro fuso. Stendete la pasta con il mattarello e ritagliate dei cerchi poco più grandi dello stampo. Fateli aderire agli stampini premendo con le dita sui bordi e il fondo, rifilate con un coltello la parte trasbordante e bucherellate con una forchetta il fondo ed i bordi. Mettete in frigorifero ancora per un ora circa. E’ sempre meglio cuocere la pasta frolla dopo che è stata raffreddata in frigorifero in quanto il burro solidifica e si “aggrappa” meglio agli altri ingredienti, amalgamando perfettamente l’impasto ed essendo tutto alla medesima temperatura, cuocerà in modo uniforme.

Procedimento per la crema

Fate sobbollire il latte con la scorza del limone ed il baccello di vaniglia (prelevate i semini e metteteli nel liquido, aromatizzate anche col baccello se desiderate un sapore più intenso). In una ciotola larga, montate i tuorli con il sale, lo zucchero, unite a pioggia l’amido di mais (setacciato) e mescolate con cura per circa 1 e 2 minuti. Versate, a filo, il latte (filtrato dalla scorza del limone e dal baccello di vaniglia) nel composto d’uova continuando a mescolare con una frusta a mano. Trasferite il composto in un pentolino e portate a bollore (fuoco dolce) continuando a mescolare con un cucchiaio di legno (o spatola) per non creare grumi. Non appena la crema si sarà addensata toglietela dal fuoco ed aggiungete la gelatina in fogli che avrete prima ammollato in acqua fredda, mescolate con cura fino a quando la gelatina non si sarà sciolta e amalgamata perfettamente al composto. Fate raffreddare la crema in abbattitore se l’avete o nel congelatore, coprendola con una pellicola (a contatto con la crema per evitare che si crei quella fastidiosa pellicina durante il raffreddamento).

Preparazione della frutta

Lavate ed asciugate con cura la frutta. Tagliate a fettine le fragole e le pesche, mentre lamponi e more resteranno interi. Appoggiateli su un piatto largo e spruzzate la frutta con la gelatina spray: servirà a mantenere la freschezza e la lucentezza della frutta. Mettete in frigorifero fino all’impiego.

Finitura

Prendete le tartellette ormai fredde e riempitele di crema con l’ausilio di un sac-à-poche (beccuccio tondo e liscio), decorate infine con la frutta preparata (come suggerito negli “ingredienti)  e servite.

, , , , , , , ,

5 commenti

MINI TARTELLETTE “TUTTIFRUTTI”


Ingredienti per 35 mini-tartellette (7 ai lamponi, 7 alle fragole, 7 al kiwi, 7 ai mirtilli, 7 alle more)

Per la pasta

260 g     farina “00”

185 g     burro freddo tagliato in grossi pezzi

40 g       zucchero a velo

1            tuorlo d’uovo

2            cucchiaini circa di acqua ghiacciata

1            pizzico di sale

1            baccello di vaniglia bourbon

Per la crema

2            cucchiai di amido di mais

3            tuorli

75 g       zucchero semolato

250 ml    latte fresco

100 g     panna fresca

½           limone non trattato (solo la scorza)

1            bacca di vaniglia bourbon

Per la guarnizione

21        lamponi (andranno messi 3 frutti per ciascuna tartelletta)

4/5       fragole circa (andranno messe 2 fettine per ciascuna tartelletta)

1          kiwi (andrà messa una fettina per ciascuna tartelletta)

28        mirtilli (andranno messi 4 frutti per ciascuna tartelletta)

7          more (andrà messo un frutto per ciascuna tartelletta)

q.b.      gelatina spray

Procedimento per la pasta

In una planetaria versate la farina 00, lo zucchero a velo, il burro ammorbidito tagliato a tocchetti, la polpa del baccello di vaniglia, il pizzico di sale ed infine, il tuorlo e l’acqua ghiacciata. Mettete in funzione la planetaria (accessorio per impastare: gancio) e lasciate amalgamare tutti gli ingredienti fino a quando non otterrete una “palla” omogenea e liscia. Ovviamente se non avete in casa un’impastatrice, potrete utilizzare il metodo tradizionale, ossia facendo la classica “fontana”. Togliete l’impasto dalla planetaria ed avvolgetelo in una pellicola, mettetelo poi in frigorifero per almeno 30 minuti. Passato il tempo di riposo, prendete degli stampi da mini-muffin ed imburrateli. Stendete la pasta con il mattarello (tra due fogli di carta forno) e ritagliate dei cerchi poco più grandi dello stampo. Fateli aderire allo stampo premendo con le dita sui bordi e il fondo, rifilate con un coppapasta la parte sbordante dallo stampo e bucherellate con una forchetta il fondo ed i lati. Preriscaldate il forno a 200°C, cuocete le tartellette per circa 12 minuti. Passato il tempo necessario, levatele dal forno e lasciatele raffreddare prima di sformarle.

Procedimento per la crema pasticcera

Potete prepararla con diverse ore di anticipo in quanto la crema, per essere utilizzata in questo dolce, dovrà essere ben fredda e corposa. Fate sobbollire il latte con la scorza del limone ed il baccello di vaniglia (prelevate i semini e metteteli nel liquido, aromatizzate anche col baccello per un sapore più intenso).In una ciotola larga montate i tuorli con il sale, lo zucchero, unite a pioggia l’amido di mais (setacciato) e mescolate con cura per circa 1 e 2 minuti. Versate, a filo, il latte (filtrato dalla scorza del limone e dal baccello di vaniglia) nel composto d’uova continuando a mescolare con una frusta a mano. Trasferite il composto in un pentolino e portate a bollore (fuoco dolce) continuando a mescolare con un cucchiaio di legno (o spatola) per non creare grumi. Non appena la crema si sarà addensata toglietela dal fuoco e fatela raffreddare coprendola con una pellicola (a contatto con la crema per evitare che si crei quella fastidiosa pellicina durante il raffreddamento). Mettete la crema in frigorifero a raffreddare per qualche ora. Mentre raffredda la crema pasticcera, montate la panna (ben fredda) con una frusta e mettetela in frigorifero. Quando la crema pasticcera si sarà raffreddata aggiungete la panna a cucchiaiate incorporandola con una spatola dal basso verso l’alto per non smontare il composto.

Preparazione della frutta

Lavate ed asciugate con cura la frutta. Tagliate a fettine le fragole ed i kiwi, mentre lamponi, mirtilli e more resteranno interi. Appoggiateli su un piatto largo e spruzzate la frutta con la gelatina spray: servirà a mantenere la freschezza e la lucentezza della frutta. Mettete in frigorifero.

Preparazione finale

Prendete le tartellette ormai fredde e riempitele di crema con l’ausilio di un sac-à-poche (beccuccio tondo e liscio), decorate con la frutta preparata (come suggerito negli “ingredienti per la guarnizione”) e riponetele in frigorifero per qualche ora prima di servire.

, , , , , , ,

5 commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: