Articoli con tag UVETTA

LA PAUSA PERFETTA: SNACK ALLA FRUTTA


DSC04263

Ingredienti (per circa 30/40 barrette)

350 g mandorle intere (50% pelate e 50% con la pelle)

100 g uvetta essiccata (già reidratata o morbida)

125 g prugne essiccate

125 g albicocche essiccate (morbide)

100 g miglio soffiato

8 cucchiai (circa) di malto d’orzo

50 g mela essiccata

1 bustina di scorza di limone biologica essiccata (reperibile nei negozi BIO)

2 fogli ostia (dim. 70 x 50 cm)

Procedimento

In una padella larga antiaderente versare le mandorle e tostatele per alcuni minuti (circa 4/5 min.)

Appena tostate, con la padella ancora sul fuoco, aggiungete l’uvetta ammorbidita, le prugne e le albicocche essiccate tagliate a pezzettini, il miglio soffiato, la mela essiccata tritata grossolanamente al coltello e mescolate amalgamando bene gli ingredienti. Aggiungete infine il malto d’orzo e mescolate accuratamente il composto fino a quando non risulterà ben compattato. Se il composto dovesse risultare poco amalgamato oppure troppo secco e sgranato, aggiungete ancora qualche cucchiaio di malto d’orzo). Aromatizzate infine con la scorza di limone biologica essiccata.

Spegnete il fuoco e su un tagliere grande, appoggiate un foglio di ostia, recuperate con un grosso cucchiaio il composto e stendetelo uniformemente sul foglio, ricoprite poi con l’altro foglio e con un mattarello premete in modo uniforme al fine di ottenere uno spessore omogeneo su tutta la superficie (circa 1 cm). Fate raffreddare completamente (il ripieno si dovrà incollare perfettamente al rivestimento di ostia), dopo di che, rifilate con un coltello affilato i bordi del rettangolo (perché in alcuni punti potrebbe mancare del ripieno) ed una volta rifilati, ricavate delle barrette della dimensione di 5 cm di lunghezza e 2 cm di larghezza. Mettetele poi in un contenitore ermetico, separando ogni piano di barrette con un foglio di carta forno) e conservatele in un luogo fresco ed asciutto (queste barrette si conservano per alcuni giorni).

, , , , , , ,

3 commenti

SPECIALE CARNEVALE: TUTTI PAZZI PER I FRITTI!


dsc04213dsc04239

Se a carnevale non si frigge un po’ non è carnevale!! Ecco due ricette semplici e ghiotte per rendere ancora più allegre le feste tra amici…ed i bimbi impazziranno per questi dolcetti…semplicità e tradizione in un boccone!!

BOMBETTE CON MELE E UVETTA

Ingredienti (per 6 persone)

80 g zucchero semolato + un po’ (per spolverizzare)

500 g farina 00

3 uova (a temperatura ambiente)

4 cucchiai di grappa

½ baccello di vaniglia (la polpa)

2 limoni (vi servirà: la buccia grattugiata di 2 limoni + il succo di ½ limone)

1 pizzico di sale

300 ml latte

25 g lievito di birra (fresco)

3 mele

100 g uvetta essiccata

1 l olio per friggere (olio di semi di arachide)

Preparazione

Sciogliete il lievito nel latte tiepido, setacciate poi la farina e raccoglietela in una ciotola, unite lo zucchero semolato, la scorza dei limoni, la polpa della vaniglia ed il pizzico di sale. Rompete poi le uova ed unitele alla farina, una alla volta e cominciate a mescolare con una frusta il composto diluendolo con il latte versato a filo. Quando il composto è ben amalgamato, coprite la ciotola con della pellicola e lasciate riposare per circa 1 ora (a temperatura ambiente).

Nel frattempo mettete a bagno l’uvetta per farla rinvenire.

Sbucciate e tagliate le mele a cubetti (minuscoli: 1 cm circa), mettetele poi in una ciotola e spruzzatele con il succo di ½ limone (per evitare che si ossidino nell’attesa), spolverizzatele infine con un paio di cucchiai di zucchero semolato.

Passato il tempo di riposo, riprendete l’impasto, aggiungete l’uvetta ben strizzata, la grappa e le mele a cubetti. Mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo. Ricoprite ancora con la pellicola e lasciate riposare per altri 30 min.

A fine riposo, prelevate delle cucchiaiate di impasto (CONSIGLIO: personalmente ho utilizzato l’attrezzo che si usa per fare le palline di gelato, infatti le frittelle sono venute tutte della stessa dimensione; comunque se non l’avete, il cucchiaio va bene purché abbiate l’accortezza di prelevare per ogni frittella più o meno la stessa quantità di impasto per un risultato più omogeneo) ed immergetelo in abbondante olio per friggere alla temperatura di 170°C fino a che le frittelle saranno gonfie e dorate (giratele almeno una volta per una cottura uniforme). Man mano che si cuociono, levatele dall’olio con una schiumarola e mettetele a scolare su della carta assorbente da cucina per fare in modo che si asciughino perfettamente, preparatevi poi una ciotola con dello zucchero semolato e rotolatele nello zucchero con delicatezza senza schiacciarle.

CHIACCHIERE

Ingredienti (per 3 vassoi di media grandezza)

80 g burro

120 g zucchero a velo + un po’ per spolverizzare

800 g farina 0

170 g uova intere

60 g tuorli

12 g lievito chimico

80 g latte fresco

8 g sale

2 limoni (solo la scorza grattugiata)

1 arancia (solo la scorza grattugiata)

1 bacca vaniglia bourbon

20 g aceto

1 l olio per friggere (olio di semi di arachide)

Preparazione

Impastate in una ciotola larga la farina setacciata con il lievito, lo zucchero a velo, le uova ed i tuorli sbattuti insieme, il latte, l’aceto ed il sale. Non lavorate troppo l’impasto, unite solo gli ingredienti. Dopo di che aggiungete il burro ammorbidito poco per volta cercando di farlo amalgamare bene all’impasto, alla fine unite la polpa della vaniglia e la scorza degli agrumi. Lasciate riposare la pasta in frigorifero per una notte intera (quindi potete preparare l’impasto la sera prima, lasciarlo riposare tutta la notte ed il mattino seguente potete stendere la pasta e friggere le chiacchiere). Passato il tempo di riposo, stendete la pasta molto sottile (1 mm circa) ritagliate con una rotella dentellata dei rettangoli, praticate il classico taglio centrale tipico delle chiacchiere e friggetele in una pentola larga e profonda (che utilizzate solitamente per le fritture) con olio bollente girandole almeno una volta fino a doratura. Fate attenzione perché cuoceranno molto in fretta, se vi rendete conto che le chiacchiere scuriscono troppo velocemente, tenete sotto controllo la temperatura dell’olio (circa 160°-170°C) ed abbassate la fiamma se necessario, esse dovranno essere leggermente dorate, non imbrunire. Una volta pronte, mettetele ad asciugate sulla carta assorbente da cucina e spolverizzatele con dello zucchero a velo.

dsc04218dsc04243

 

, , , ,

Lascia un commento

SPECIALE: COLAZIONE DELLA DOMENICA


dsc04074dsc04193

BISCOTTI CON MUESLI E MIGLIO SOFFIATO

Ingredienti                                                                 

450 g farina integrale     

300 g farina “00”   

½ bustina di lievito in polvere vanigliato  

2 uova    

200 g muesli composto da:

      • fiocchi d’avena
      • frutta essiccata mista e leggermente zuccherata: uva sultanina, datteri, banane, mele, mirtilli rossi, prugne, lamponi
      • mandorle con la pelle    
      • cornflakes    

50 g miglio soffiato

250 g margarina vegetale

330 g zucchero integrale di canna

1 cucchiaio di miele

2 cucchiai (rasi) di cannella in polvere

1 cucchiaio di zenzero in polvere

4 cucchiai di latte

1 pizzico di sale

Procedimento

Lavorate con una frusta in una ciotola larga (o con l’aiuto di un’impastatrice) lo zucchero con la margarina vegetale fino a quando il composto diventa soffice e spumoso, aggiungete poi la cannella, lo zenzero, il miele, il latte, il pizzico di sale ed amalgamate bene il tutto. Sbattete leggermente le uova, aggiungetele a filo all’impasto continuando a montare il composto, unite poi le farine setacciate con il lievito vanigliato in polvere, il muesli ed il miglio soffiato. Lavorate bene tutti gli ingredienti, quando l’impasto risulterà liscio ed asciutto, fatene una palla, avvolgetelo nella pellicola e riponetelo in frigorifero per almeno 30 min.

ATTENZIONE: può accadere che per via della percentuale di componente liquida (se utilizzate un uovo di grandi dimensioni, esso tenderà ad ammorbidire troppo il composto) l’impasto possa risultare un po’ appiccicoso, in tal caso è sufficiente aggiungere un cucchiaio di farina (non esagerate altrimenti sbilanciate la ricetta) fino a quando il composto diventerà più omogeneo ed elastico, esso si dovrà staccare perfettamente dalle mani e dalla ciotola. Potrebbe invece accadere, nel caso in cui usaste delle uova piccole, che l’impasto risulti troppo duro e slegato, a tal punto aggiungete ancora qualche cucchiaio di latte fino al raggiungimento della consistenza corretta.

Trascorso il tempo di riposo, togliete l’impasto dal frigorifero e stendete una strato di pasta sul piano di lavoro infarinato (spessore 0,5 cm circa). Ora ritagliate i biscotti con un coppa-pasta rotondo (media grandezza). Disponeteli su una placca rivestita con carta da forno ed infornateli a temperatura non molto alta 175/180° C (sul piano medio del forno elettrico) per circa 20 minuti. Mi raccomando controllate che la temperatura del forno non sia troppo alta e che i biscotti non cuociano per troppo tempo altrimenti risulteranno duri e secchi. Quando li sfornerete, appariranno al tatto ancora morbidi, ma è questo il giusto grado di cottura che gli donerà la friabilità desiderata.

Fateli raffreddare prima di servirli.

PLUMCAKE CON UVETTA E CEDRO CANDITO

Ingredienti

350 g farina “00”     

1 bustina di lievito vanigliato

260 g zucchero integrale di canna                                  

4 uova (a temperatura ambiente)

180 g olio di semi di mais

1 limone (succo di mezzo limone + scorza grattugiata limone intero)

150 g uvetta essiccata

70 g cedro candito (tritato finemente)

q.b granella di zucchero

q.b. rum

Procedimento

Prima di iniziare, io consiglio sempre di prepararsi tutti gli ingredienti pesati e suddivisi in ciotoline, dopo di che si può partire, ben organizzati, con la preparazione del dolce.

A questo punto, imburrate uno stampo grande da plumcake, inserite un foglio di carta da forno e foderate tutti i lati dello stampo, facendolo sbordare di circa 5 cm.

Preriscaldate il forno (statico) alla temperatura di 180°C.

Nel frattempo, in una ciotola, fate rinvenire in acqua tiepida l’uvetta e quando si sarà leggermente ammorbidita, eliminate l’acqua e risciacquatela accuratamente per togliere le impurità, dopo di che rimettetela nella bacinella con 1 bicchiere di acqua e una tazzina da caffè di rum per farla gonfiare bene ed aromatizzare.

In una grossa ciotola mettete l’olio, lo zucchero, la scorza di limone tritata, il succo di limone e cominciate a montare il composto, con una frusta. Incorporate poi le uova, una alla volta e montate ancora. Unite la farina ben setacciata con il lievito (un cucchiaio alla volta) e continuate a mescolare il composto.

Sgocciolate l’uvetta dal liquido, strizzatela accuratamente e passatela nella farina per fare in modo che non affondi durante la cottura. A tal punto unite l’uvetta e il cedro candito al composto amalgamando uniformemente il tutto.

Versate l’impasto nello stampo e guarnite la superficie con la granella di zucchero.

Infornate il dolce e cuocetelo per circa 1 ora 20/30 minuti, 10 minuti prima della fine della cottura controllate il dolce inserendo uno spiedo e se quando lo estraete è perfettamente asciutto, togliete il dolce dal forno, se così non fosse, proseguite la cottura per altri 10 minuti circa.

Sfornate il dolce e lasciatelo raffreddare su una gratella prima di servirlo.

, , , , , , ,

14 commenti

PAN DEI MORTI


DSC03667

È arrivato il periodo dedicato ai nostri Cari Defunti e Santi e qui da noi, è usanza consumare in questi giorni, un dolce molto goloso e speziato, chiamato “Pan dei Morti” che io ho voluto riproporre in una versione un po’ rivisitata….alla quale ho aggiunto … un pizzico di Pamela!

INGREDIENTI                                                                  

250 g  farina “00”

6          albumi

100 g   amaretti

100 g   savoiardi

100 g   biscotti secchi

60 g     cacao amaro in polvere

300 g   zucchero semolato

1          cucchiaio (abbondante) di cannella in polvere

1          cucchiaino di noce moscata

½         bustina  di lievito in polvere vanigliato

120 g   mandorle sgusciate e pelate

40 g     pinoli

320 g   uvetta essiccata

30 g     zenzero candito

100 ml Porto  (o Vin Santo)

q.b.      zucchero a velo

Procedimento

Con l’ausilio di un mixer frullate separatamente: prima i savoiardi, i biscotti secchi e gli amaretti, dopo di che frullate le mandorle e i pinoli ed infine l’uvetta e lo zenzero candito (il cui risultato dovrà essere una pasta morbida). Se vi piace il gusto pungente dello zenzero, potete aumentarne la quantità. Unite tutti gli ingredienti frullati in una ciotola larga.

Aggiungete poi, il cacao, la cannella, la noce moscata, la farina setacciata con il lievito e lo zucchero.

Versate infine il Porto, gli albumi e impastate il tutto fino ad ottenere un composto liscio e ben amalgamato. L’impasto dovrà essere corposo e non appiccicoso, se dovesse risultare troppo bagnato, aggiungete un pizzico di farina.

Dividete il composto i pezzature da 100 g ciascuna e realizzate con le mani dei dolcetti con forma ovale di spessore 1 cm circa.

Adagiateli su una placca rivestita con carta da forno, ben distanziati tra loro, ed infornateli alla temperatura di 180°C per circa 25/28 minuti (forno elettrico statico – preriscaldato). Non prolungate troppo la cottura altrimenti i dolcetti perderanno la loro caratteristica fondamentale: la morbidezza. Fateli raffreddare e cospargeteli con zucchero a velo prima di servirli.

, , , , , , , , ,

5 commenti

CAKE AL LIMONE CON UVETTA, PRUGNE E ZENZERO CANDITO


DSC03664

INGREDIENTI

225 g     farina 00     

¾           bustina di lievito chimico (vanigliato)

220 g     zucchero semolato                                  

3            uova (temperatura ambiente)

125 g     burro ammorbidito (quasi in pomata)

80 ml     panna fresca

2            cucchiai di succo di limone

2            cucchiai di scorza di limone tritata finemente

150 g     uvetta essiccata

100 g     prugne essiccate denocciolate (tagliate a piccoli cubetti)

30 g       zenzero candito (tritato finemente)

Procedimento

Prima di iniziare, io consiglio sempre a tutti di prepararsi tutti gli ingredienti pesati e suddivisi in ciotoline,  dopo di che si può partire, ben organizzati, con la preparazione del dolce. A questo punto, imburrate uno stampo per plumcake da 12 x 22 cm e inserite un foglio di carta da forno a foderare i lati più lunghi dello stampo, facendolo sbordare di circa 5 cm dallo stampo.

Preriscaldate il forno (statico) alla temperatura di 180°C.

 DSC03639

In una grossa ciotola mettete il burro, lo zucchero e la scorza di limone tritata e cominciate a montare il composto, con una frusta, al fine di renderlo chiaro e spumoso.

DSC03640 

Incorporate poi le uova, una alla volta e montate ancora il composto.

 DSC03642

Unite poi la farina ben setacciata con il lievito (un cucchiaio alla volta) e continuate ad amalgama bene il composto.

 DSC03643

Aggiungete prima la panna continuando a montare il composto con le fruste e poi successivamente il succo di limone sempre mescolando.

Unite infine la frutta secca e candita amalgamandola uniformemente al composto.

DSC03647

Versate il composto nello stampo che avrete prima imburrato e poi rivestito (dalla parte più larga), con un foglio di carta da forno, facendolo sbordare di circa 5 cm dallo stampo.

DSC03649

Infornate il dolce e cuocetelo per circa 1 ora 20 minuti, 10 minuti prima della fine della cottura controllate il dolce inserendo uno spiedo e se quando lo estraete è perfettamente asciutto, togliete il dolce dal forno, se così non fosse, proseguite la cottura per altri 10 minuti circa.

Sfornate il dolce e lasciatelo raffreddare su una gratella prima di servirlo.

DSC03655

 

, , , , ,

3 commenti

Il PANE CON L’UVETTA DI CASA MIA (al pan cun l’üga da cà mia )


Questo pane è un classico della tradizione milanese, io ne ho preparato una versione un po’ rivisitata, soprattutto nella scelta delle farine.

Di questa ricetta potete eliminare l’uvetta ed otterrete con le stesse dosi e procedimento un pane fragrante e gustosissimo. Il pane perfetto? Eccolo qui!

Ingredienti                                                                  

500 g     farina 00

150 g     farina integrale

150 g     farina di  farro

80 g       olio e.v.o.

550 g     acqua naturale

20 g       lievito di birra

30 g       malto d’orzo

30 g       sale

400 g     uvetta essiccata

1            cucchiaio di rum

 

Procedimento

Per prima cosa setacciate e miscelate le tre farine insieme.

In un impastatrice versate: metà della miscela di farine, metà dell’acqua, il lievito sbriciolato ed impastate per non meno di 5 min.

Nel frattempo mescolate all’acqua restante il sale e tenete da parte.

Unite poi all’impasto il malto e l’uvetta (che avrete prima fatto rinvenire in acqua tiepida con un cucchiaio di rum e poi strizzato accuratamente) ed impastate per 2 min.

Aggiungete l’acqua con il sale disciolto ed impastate per altri 2 min.

Unite la farina restante poco per volta ed aggiungete infine l’olio e.v.o.

Impastate accuratamente il composto fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo (se l’impasto dovesse risultare ancora un po’ troppo appiccicoso, aggiungete qualche cucchiaio di farina 00, l’impasto è perfetto quando si stacca dalle pareti della ciotola).

Formate una palla e mettetela in una ciotola ricoperta da pellicola per alimenti e lasciate lievitare in forno spento con luce accesa, fino al raddoppio del volume (circa 1 ora e 30 min.).

Passato il tempo di riposo, riprendete l’impasto e formate delle pagnotte da circa 500 g ciascuna e lasciate raddoppiare di volume un’altra volta (circa 1 ora e 30 min.).

Mettete in forno preriscaldato alla temperatura di 180 °C e cuocete per circa 30/35 min. controllando la cottura. Quando le pagnotte saranno leggermente dorate levatele dal forno e lasciate raffreddare.

,

Lascia un commento

LE CASTAGNOLE


DSC02899

Queste deliziose frittele mi riportano immediatamente all’infanzia e alle feste in maschera, quel dolce momento di convivialità in cui anche i grandi diventavano piccini e si sentiva una profonda armonia ed allegria tipica di quando si è fanciulli e tutto è possibile!!! Un vero tuffo nel passato e …nelle frittelle!!

Ingredienti (per 4 persone golosone)

45 g          burro

50 g          zucchero semolato

315 g        farina 0

270 g        uova (5 uova circa)

20 g          rum

½             baccello di vaniglia (la polpa)

q.b.           buccia grattugiata di limone

q.b.           buccia grattugiata di arancia

1 g            bicarbonato di ammonio

100 g        uvetta essiccata

1 l             olio per friggere (olio di semi di arachide)

Preparazione

Portare a bollore in una casseruola 300 g di acqua con il burro e 30 g di zucchero, unite 210 g di farina tutta in una volta, mescolate sul fuoco fino a quando il composto non si stacca dalle pareti della casseruola (come per la preparazione dei bignè). Ora togliete dal fuoco ed incorporate le uova una ad una, la vaniglia, il rum e la scorza degli agrumi, quando il tutto sarà ben amalgamato aggiungete 105 g di farina (un cucchiaio per volta), il bicarbonato di ammonio e mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo. Unite infine anche l’uvetta essiccata.

Mettete in una pentola larga e profonda (che utilizzate solitamente per friggere) l’olio di arachidi e quando sarà bollente cuocete le frittelle dosandole da un sac-à-poche senza beccuccio aiutandovi con un coltellino affilato. Una volta ben gonfie e dorate levatele e fatele asciugare su della carta da cucina, trasferitele infine in una ciotola larga nella quale avrete messo lo zucchero semolato e rotolatele con delicatezza senza schiacciarle.

, , ,

3 commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: