Archivio per la categoria SECONDI

SPECIALE PASQUA: ARROSTO DI VITELLO CON PATATE NOVELLE


DSC04268DSC04270

Prepariamoci alla Pasqua con un super classico: sua maestà “L’ARROSTO”.

Farcito con delle verdure leggermente sbianchite, steccato con lardo ed un trito di erme aromatiche, arrotolato nella pancetta, insomma potete cucinarlo in svariati modi, come più vi stuzzica la fantasia. Oggi vi propongo una ricetta semplice e tradizionale che accoglierà i consensi di tutti i commensali, anche i palati più difficili….

Ingredienti (per 4 persone)

Per l’arrosto

800 g   fesa di vitello (legata con spago da cucina per conservare la forma durante la cottura)

2 carote

1 gamba di sedano

1 cipolla

1 bicchiere di vino bianco (secco)

1 tazza di brodo vegetale

1 ramoscello di rosmarino

1 ramoscello di timo

1 ramoscello di erba salvia

q.b. olio evo

q.b.     sale

q.b       pepe macinato fresco

Per il contorno

500 g patate novelle

1 ramoscello di rosmarino

q.b. olio evo

q.b.     sale

q.b       pepe macinato fresco

4 spicchi di aglio (in camicia)

Preparazione dell’arrosto

Asciugate molto bene la carne con una carta assorbente, questa operazione è molto importante per migliorarne la doratura.

Scaldate in un tegame largo (a bordo alto) quattro cucchiai di olio evo, dopo di che rosolate accuratamente l’arrosto su tutti i lati, girandolo spesso e facendo attenzione a non bucarlo (per non perdere i liquidi contenuti tra le fibre della carne), alla fine del procedimento la carne dovrà apparire ben dorata. A questo punto, su fiamma vivace, aggiungete il vino (caldo, per non arrestare la cottura) e fate sfumare per alcuni minuti, dopo di che aggiungete cipolla, carota e sedano tritati in minuscoli cubetti e lasciate rosolare un altro pochino. Unite le erbe aromatiche che avrete legato con uno spago da cucina a formare un bouquet aromatico, insaporite poi con un bel pizzico di sale ed una generosa macinata di pepe ed infine aggiungete ½ tazza di brodo caldo (tenetene da parte un po’ che vi servirà durante la cottura).

Lasciate cuocere a fuoco medio/basso (con un coperchio con valvola) per circa 1 ora, ricordandovi di girare l’arrosto di tanto in tanto e soprattutto aggiungendo un po’ di brodo se si dovesse asciugare troppo il fondo di cottura, verso fine cottura eliminate il bouquet aromatico.

Mentre cuoce l’arrosto, potete preparate le patate novelle: sbucciate e lavate le patate (molti le cuociono con la pelle, io personalmente preferisco sbucciarle, è un lavoro un po’ meticoloso, ma è solo una questione di gusti), dopo di che asciugatele con della carta da cucina. Mettete le patate sbucciate in una ciotola, aromatizzatele con rosmarino tritato finemente (1 o 2 cucchiai), una bella macinata di pepe, sale ed irroratele infine con dell’olio evo (attenzione non devono galleggiare nell’olio). Mescolatele con due cucchiai per amalgamare i sapori ed infine trasferitele in una teglia da forno, mettete qua e la gli spicchi d’aglio in camicia ed infornate a 180°C (forno preriscaldato e ventilato) per circa 45 min. Quando saranno belle dorate levatele (vedrete che saranno pronte più o meno quando sarà cotto l’arrosto).

Passato il tempo necessario per la cottura dell’arrosto, toglietelo dal tegame, avvolgetelo in un foglio di alluminio e lasciatelo riposare su di un tagliere.

Frullate poi il fondo di cottura con un mixer e mettete la salsa da parte in caldo.

Passato il tempo di riposo, tagliate la carne a fette non troppo sottili, adagiate le fette d’arrosto su un piatto da portata, irroratele con la sua salsa ben calda ed accompagnate il tutto con le patate novelle.

Annunci

, ,

3 commenti

SUPRÈME DI POLLO ALL’ARANCIA CON INSALATINA CROCCANTE E SALSA ALLO YOGURT


DSC04249.JPG

Ingredienti per le suprème

2 suprème di pollo (senza pelle)

1 arancia tarocco (non trattata) per la marinatura

1 scalogno per la marinatura

1 ramoscello di rosmarino per la marinatura

3 cucchiai di miele

1 arancia tarocco (solo il succo)

80 g burro

q.b. olio evo

q.b. sale

q.b. pepe nero in grani e macinato fresco

Ingredienti per l’insalatina croccante

1 finocchio

1 ciotola (media grandezza) di insalatina valeriana già pulita

1 tazzina da caffè di pinoli già tostati

1 arancia tarocco (non trattata)

Ingredienti per la salsa allo yogurt

1 arancia tarocco (solo il succo)

q.b. olio evo

q.b. sale

q.b. pepe nero macinato fresco

2/3 cucchiai di yogurt bianco naturale


Preparazione

Preparate la marinatura del pollo: tagliate a fette l’arancia (non trattata), lavate e spezzettate il ramoscello di rosmarino ed infine sbucciate e tagliate a fettine lo scalogno. Prendete un contenitore con il coperchio ed adagiatevi le suprème, mettete tutt’intorno le fettine di scalogno ed arancia, irrorate con un filo di olio evo ed aromatizzate con il rosmarino e 4/5 grani di pepe. Lasciate insaporire in frigorifero per almeno 1 ora.

Passato il tempo necessario per la marinatura, prelevate il pollo dal contenitore e sgocciolatelo bene, dopo di che, in una padella scaldate il burro ed un filo di olio evo, a fuoco vivace rosolatevi le suprème per alcuni minuti per cicatrizzare la carne, salate, insaporite con una macinata di pepe, abbassate il fuoco ed aggiungete il miele.

Coprite e cuocete per circa 20 minuti, girate continuamente la carne durante la cottura per fare in modo che la carne venga completamente nappata col miele. Aumentate poi il fuoco, bagnate con il succo d’arancia e proseguite la cottura per altri 10-15 minuti fino a quando le suprème non saranno belle dorate.

Nel frattempo preparate la salsa allo yogurt: nel bicchiere del mixer versate il succo d’arancia, lo yogurt e cominciate a frullare il tutto aggiungendo l’olio evo a filo (4-5 cucchiai), insaporite infine con un pizzico di sale e pepe. Mettete da parte la salsa fino all’utilizzo.

Preparate l’insalatina: lavate l’arancia, prelevate la scorza e riducetela a strisce sottili, immergetela in una ciotola d’acqua fredda e tenete da parte. Ora pelate a vivo l’arancia, con un coltellino affilato prelevate gli spicchi (senza pellicina) e metteteli da parte in una ciotolina fino all’utilizzo. Pulite il finocchio, eliminate la parte in cui c’è la barba verde, lo strato esterno più duro e prelevatene il cuore. Tagliatelo a fettine sottili e mettetele in una ciotola con acqua fredda fino all’utilizzo. In un’altra ciotola mettete la valeriana, aggiungete i finocchi ed i pinoli tostati. Gli spicchi d’arancia pelati a vivo e la julienne di scorza d’arancia verranno aggiunti all’ultimo minuto prima di servire.

É arrivato il momento di servire: prendete le suprème di pollo perfettamente dorate e tagliatele a fette spesse. Adagiatele su un piatto da portata, irroratele leggermente con il fondo di cottura, accompagnate con l’insalata preparata alla quale aggiungerete anche gli spicchi d’arancia pelati a vivo e la scorza d’arancia a julienne e per finire, condite con la salsa allo yogurt preparata.

, , , , , ,

Lascia un commento

FILETTO DI BRANZINO ALLE SPEZIE SU CREMA DI CANNELLINI E VONGOLE


dsc04237

Ingredienti (per 2 persone)

Per il branzino

2 filetti di branzino (squamato e spinato perfettamente)

3 cipollotti (piccoli)

1 pezzetto di zenzero fresco (circa 4 cm)

1 cucchiaino colmo di Spezie Garam Masala

1 limone non trattato (tagliato a fettine)

1/2 limone (solo il succo)

3 ramoscelli di rosmarino

q.b. olio evo

q.b. sale

q.b. pepe nero in grani

Per la crema di cannellini

250g fagioli cannellini già lessati

1 patata media

1 scalogno

q.b. olio evo

q.b. sale

q.b. pepe nero macinato fresco

Per le vongole

300g vongole veraci (già spurgate)

5 gambi di prezzemolo fresco intero

2 spicchi di aglio (svestito)

1 bicchiere di vino bianco secco

q.b. olio evo

q.b. sale

1 peperoncino secco (piccolo)

Salsa al prezzemolo

1 mazzetto di prezzemolo fresco

½ limone (solo il succo)

1 pizzico di sale

1 filo di olio evo

Preparazione

Preparate la marinata: in un contenitore di vetro con il coperchio adagiate i filetti di branzino, unite il limone a fette, i ramoscelli di rosmarino, pepe in grani (6) ed irrorate il tutto con un filo di olio evo. Richiudete il contenitore e lasciate marinare il pesce in frigorifero per circa 2 ore.

Preparate la “nappatura” alle spezie del branzino: sbucciate il pezzo di zenzero e tagliatelo a fettine, pulite i cipollotti e tagliateli grossolanamente, buttate il tutto nel mixer, aggiungete un pizzico di sale, le spezie Garam Masala, il succo del ½ limone, un filo di olio evo e frullate tutto fino al ottenere una crema omogenea, mettete da parte fino all’utilizzo.

Preparate la crema di cannellini: scaldate dell’olio in una casseruolina, soffriggete lo scalogno tritato finemente, quando imbiondisce aggiungete la patata tagliata sottilmente (la tagliate prima in 4 spicchi e poi ciascun spicchio a fettine sottili), unite poi 1 bicchiere di acqua calda, insaporite con sale e pepe, unite infine i cannellini e portate a cottura le patate. Buttate poi il tutto nel mixer e frullate aggiungendo l’olio evo a filo (mentre frullate il composto). Dovrete ottenere una crema liscia e non troppo densa. La crema non è ancora finita, per donare un sapore ancora più intenso, aggiungerete poi il liquido di cottura delle vongole, per ora mettetela da parte.

Preparate la salsa al prezzemolo: frullate le foglioline di prezzemolo in un mixer unendo il succo del limone e l’olio evo aggiunto a filo, insaporite leggermente con un pizzico di sale, dopo di che filtrate il tutto con un colino. Dovrete ottenere una salsa liscia ed abbastanza liquida. Mettete da parte fino all’utilizzo.

Preparate le vongole: in una padella larga scaldate dell’olio evo, unite gli spicchi di aglio e il peperoncino intero. Prima che l’aglio si scurisca eliminatelo e togliete anche il peperoncino, a questo punto l’olio si sarà insaporito. Con l’olio ben caldo, unite le vongole e mettete il coperchio fino a quando non si saranno aperte tutte. Dopo di che, una volta aperte, togliete il coperchio ed unite il vino (su fuoco vivace) e fate sfumare bene il vino (fate attenzione a non fare la fiamma, altrimenti le vongole avranno un sentore di affumicato non gradevole), aggiungete infine il prezzemolo (i gambi interi con le foglioline) ed un pizzico di sale e pepe (non esagerate con il sale, perché le vongole sono già saporite). Ora levatele dal fuoco, filtrate il liquido di cottura delle vongole con un setaccio od un telo per eliminare eventuali residui di sabbia oppure gusci rotti (per nulla gradevoli sotto i denti) e mettete da parte il liquido che servirà per insaporire la crema di cannellini poi, sgusciate metà vongole e l’altra metà la lasciate con il guscio per decorare il piatto. Mettete da parte le vongole (in caldo).

Ultimate la preparazione della crema di cannellini con l’aggiunta del liquido di cottura delle vongole: mettete sul fuoco (dolce) in un pentolino la crema di cannellini, unite il liquido delle vongole per insaporire ed aggiustate di sale (aggiungete il sale solo se necessario, il liquido delle vongole è molto sapido, potrebbe bastare solo quello).

Procedete con la cottura del branzino: togliete i filetti di branzino dal contenitore della marinata, adagiateli su di un piatto e spennellateli sul lato senza pelle con la “nappatura” preparata. Mettete dell’olio evo a scaldare in una padella antiaderente, quando è bella calda, mettete a cuocere per 2/3 minuti prima dal lato ricoperto di salsa speziata e quando è leggermente dorato, girate il filetto e cuocetelo velocemente dalla parte della pelle e portatelo a fine cottura.

É il momento di preparare l’impiattamento: in un piatto largo, versate al centro della crema di cannellini, battete sul fondo del piatto per allargarla uniformemente, adagiatevi poi sopra il filetto di branzino, aggiungete le vongole sgusciate, decorate con le vongole con il guscio ed infine unite qualche goccia di salsa al prezzemolo ed un filo di olio evo a crudo.

, , ,

Lascia un commento

POLLO GLASSATO AL LIMONE CON TERRINA DI PATATE E FUNGHI


dsc04222dsc04225

Ingredienti per il pollo glassato

1 kg pollo (già pulito e tagliato a pezzi)

2 limoni (non trattati)

3 scalogni

1 ramoscello di rosmarino

4/5 foglioline di salvia

5/6 cucchiai di miele

q.b. olio evo

q.b. sale

q.b. pepe nero (macinato fresco)

1 pezzetto di burro

1 cucchiaio di amido di mais

Ingredienti per il contorno

4 patate medie (pasta gialla)

200 g funghi prataioli misti già puliti (non congelati)

4 spicchi di aglio (vestito)

1 rametto di rosmarino

q.b. olio evo

q.b. sale

q.b. pepe nero (macinato fresco)


Preparazione

Preparate il pollo: passate i pezzi su una fiamma per bruciare l’eventuale “peluria” rimasta sulla pelle, dopo di che lavateli con cura sotto acqua corrente ed asciugateli con carta assorbente.

Scaldate il miele sufficientemente per renderlo più liquido e spennellate abbondantemente i pezzi di pollo. Dopo di che lavate i limoni e tagliate a fettine sottilissime un limone, mentre l’altro lo spremete e mettete da parte il succo. Sbucciate gli scalogni e tagliateli a spicchi.

Munitevi di una teglia da forno, versate sul fondo un filo di olio evo e distribuitevi alcune fettine di limone. Adagiate poi i pezzi di pollo e spruzzatelo con il succo di limone, distribuite tra i pezzi di pollo gli spicchi di scalogno ed insaporite abbondantemente con sale, pepe ed un filo di olio evo. Ora prendete le fettine di limone restanti e mettetele qual e la nella teglia, poi suddividete il ramoscello di rosmarino i piccoli rametti e distribuiteli tra la carne assieme alle foglioline di salvia.

Cuocetelo in forno (preriscaldato) alla temperatura di 200°C per circa 45/50 minuti, girandolo almeno un paio di volte per farlo dorare su tutti i lati. Quando siete verso fine cottura, prelevate il liquido di cottura e gli scalogni dalla teglia e metteteli da parte per farne una salsa, proseguite quindi la cottura fino a quando il pollo sarà bello dorato e croccante.

Per la preparazione della salsa: raccogliete il liquido di cottura e gli scalogni in un pentolino, frullate tutto con un mixer ad immersione e portate ad ebollizione, aggiungete poi un pezzetto di burro, ed un cucchiaio di amido di mais (che farete sciogliere con una frusta) per addensare la salsa ed aggiustate di sale se necessario. Quando la salsa è ristretta spegnete il fuoco e mettetela da parte.

Nel frattempo preparate le patate: sbucciatele, risciacquatele e tagliatele a tocchetti non troppo piccoli.

Preparate i funghi: prendete i funghi già puliti e tagliateli a tocchetti.

In una ciotola mettete le patate ed i funghi ed insaporite con sale, pepe ed un filo di olio, mescolate delicatamente per condire accuratamente il tutto.

Prendete una terrina medio-grande (o 2 piccole per creare delle monoporzioni) e versatevi le patate ed i funghi ben conditi, mettete qua e là gli spicchi di aglio in camicia e qualche rametto di rosmarino per insaporire. Mette in forno (preriscaldato) alla temperatura di 200°C fino a doratura.

Quando il pollo sarà ben dorato levatelo dal forno, adagiatelo su un piatto da portata, prendete la salsa e nappate la carne. Accompagnate il tutto con il contorno di patate e funghi preparato.

, , , , , ,

2 commenti

SPECIALE “FACILE & GUSTOSO”: MINI-QUICHE AI FUNGHI


dsc04117

(Preparate con pasta sfoglia pronta)

Queste mini-quiche sono un’alternativa golosa ad un primo o un secondo piatto, si possono preparare per un buffet, un aperitivo o un brunch..

Sono semplici e veloci da preparare ed infatti, in pochi passi, riuscirete ad ottenere un risultato eccellente!! Provate e vedrete che stupirete i vostri commensali..

Ingredienti (per 4 quiche)

2 rotoli di pasta sfoglia rettangolare (pronta) da 230 g ciascuna

350 g funghi champignon (già puliti ed affettati sottilmente)

4 patate piccole

80 g pancetta dolce tagliata a listarelle

250 g mozzarella (per pizza)

2 uova

4 cucchiai di panna (da cucina)

2 cucchiai di parmigiano grattugiato

250 ml brodo vegetale

q.b. sale

q.b. pepe nero macinato fresco

q.b. olio extravergine di oliva

Vi servono inoltre 4 contenitori in carta forno da crostatina (dia. 10 cm)

Preparazione

Cominciate a preparare la pancetta croccante: prendete una padella larga antiaderente, aggiungete un filo d’olio ed accendete il fuoco, quando è bella calda unite la pancetta a listarelle e fatela rosolare bene.

DSC04084.JPG

Ora trasferite la pancetta in una ciotolina, lasciando però nella padella il grasso di cottura che vi servirà per insaporire i funghi. Scaldate quindi la stessa padella ed aggiungete i funghi affettati, fateli rosolare per qualche minuto, dopo di che unite il brodo caldo, un pizzico di sale, una bella macinata di pepe e fate cuocere per circa 15 minuti. Quando il brodo si sarà completamente asciugato ed i funghi rosolati, spegnete il fuoco.

DSC04086.JPG

A questo punto per facilitarvi il lavoro, potete prepararvi tutti gli ingredienti per la quiche:

  • in una ciotola unite i funghi rosolati e la pancetta;

  • in una ciotola amalgamate con una frusta: le uova, la panna da cucina, il parmigiano grattugiato, un pizzico di sale ed una macinata di pepe;

  • affettate sottilmente la mozzarella e mettetela in una ciotola;

  • sbucciate le patate, sciacquatele e tagliatele con una mandolina a fettine sottilissime (spessore minimo) e mettetele in una ciotola;

  • stendete i rotoli di pasta sfoglia su una spianatoia infarinata.

dsc04088

Su una spianatoia infarinata ricavate con un taglia-biscotti rotondo, del diametro poco superiore a quello degli stampi di carta forno (circa 1 cm in più), 4 dischetti e posizionateli all’interno degli stampini facendoli aderire bene al fondo ed i bordi. Con una forchetta bucherellate il fondo delle quiche.

dsc04090

Ora rivestite il fondo della quiche con le fettine di patate, sormontandole un pochino una all’altra.

DSC04093.JPG

Disponete poi alcune fettine di mozzarella sul letto di patate.

dsc04095

Disponete sopra alla mozzarella un paio di cucchiaiate del misto funghi e pancetta, distribuendoli in modo omogeneo.

DSC04097.JPG

Versate sopra la farcia un paio di cucchiai della miscela di uova e panna preparata precedentemente.

DSC04099.JPG

Con l’aiuto di una rotellina dentellata, ricavate dai ritagli di pasta sfoglia avanzata, 7-8 striscette per ciascuna tortina e guarnite la quiche come una crostatina. Tagliate la pasta in eccesso ai punti di chiusura delle striscette ai bordi della quiche).

dsc04102

Ritagliate poi delle striscette larghe 1 cm e lunghe circa 8 cm e create delle roselline che posizionerete al centro della quiche.

dsc04106

Infornate in forno preriscaldato alla temperatura di 180-200°C per 35/40 minuti circa. Quando le quiche saranno dorate levatele e lasciatele riposare 5/10 minuti prima di sformarle dagli stampi.

dsc04117

, ,

14 commenti

POLLO ALLO ZENZERO E LIME CON CHIPS AROMATIZZATE


dsc04082

Non c’è piatto più gustoso e versatile del pollo arrosto…C’è una varietà infinita di modi per cucinare un pollo saporito e succulento. Io ve ne propongo una versione stuzzicante con zenzero e lime che doneranno al piatto una nota fresca e piccante assolutamente da provare….e se poi lo abbiniamo alle chips di patate, dorate e speziate, una squisitezza senza pari.

Ingredienti (per il Pollo Arrosto) x 2 persone

700 g pollo (già pulito e tagliato a pezzi)

3 lime (non trattati)

1 radice di zenzero (fresco)

3 spicchi di aglio (sbucciato)

1 peperoncino essiccato

q.b. Garam Masala (spezie miste tipiche della cucina indiana)

q.b. olio extra vergine di oliva

q.b. sale

q.b. pepe nero (macinato fresco)

Ingredienti (per le Chips Aromatizzate) x 2 persone

4-6 patate medie (pasta gialla)

2 spicchi di aglio (sbucciato)

1 rametto di rosmarino

1 litro olio di semi (per friggere)

q.b. sale

q.b pepe nero (macinato fresco)

Preparazione

Preparate il pollo: passate i pezzi su una fiamma per bruciare l’eventuale “peluria” rimasta sulla pelle, dopo di che lavateli con cura sotto acqua corrente ed asciugateli con carta assorbente.

Munitevi di un frullatore e inserite nel bicchiere: il succo di due lime (il terzo lo tenete da parte che vi servirà per la marinatura), 4/5 cucchiai di olio evo, gli spicchi d’aglio, lo zenzero sbucciato e tagliato a pezzettini, il peperoncino, una bella macinata di spezie Garam Masala e pepe nero, una presa di sale. Frullate il tutto fino ad ottenere una crema densa.

dsc04065

In una ciotola grande mettete i pezzi di pollo e nappatelo con la salsa preparata, mescolate bene il tutto. Prendete poi un sacchetto per il sottovuoto ed inserite all’interno il pollo con la sua salsa, aggiungete inoltre quattro fettine di lime (con la buccia, per dare maggiore profumo). Con la macchina apposita create il sottovuoto e mettete il sacchetto in frigorifero per almeno 2 ore (io l’ho lasciato a marinare per 5 ore ed il sapore era intenso ma gradevole, è chiaro che più ore lo lasciate a marinare e più il gusto sarà pungente, è come sempre una questione di gusti). Se non avete la macchina per il sottovuoto, potete fare la stessa cosa con un sacchetto per alimenti: lo riempite con gli ingredienti sopracitati, dopo di che, fate uscire, per quanto possibile, tutta l’aria all’interno e lo richiudete con un nodo stretto.

dsc04068

Passato il tempo necessario per la marinatura, mettete il contenuto del sacchetto in una teglia da forno nella quale avrete prima versato 2-3 cucchiai di olio evo. Insaporite ancora con del sale, pepe e condite ancora con un filo di olio. Cuocetelo in forno (preriscaldato) alla temperatura di 200°C per circa 45-50 minuti, girandolo almeno un paio di volte per farlo dorare su tutti i lati.

Nel frattempo preparate le patate: sbucciatele, risciacquatele e tagliatele a fettine sottilissime utilizzando una mandolina (spessore minimo). Mettetele poi in una ciotola e ricopritele completamente con acqua ghiacciata, lasciatele a bagno fino al momento della frittura.

Quando siete verso fine cottura del pollo, preparatevi a friggere le patate. Scolate le patate dall’acqua ed asciugatele con della carta assorbente da cucina. In una padella con bordi alti, versate 1 litro di olio friggere, tuffate i due spicchi di aglio (svestito) ed il rametto di rosmarino. Scaldate l’olio e portatelo al bollore, lasciate gli odori nell’olio fino a quando l’aglio non sarà dorato, poi eliminateli. Friggete le patate poche alla volta e mettetele a scolare in una grossa teglia da forno rivestita di carta assorbente da cucina (disponetele belle larghe), dopo di che aromatizzatele con una macinata (abbondante) di pepe e salatele.

Togliete dal forno il pollo, adagiatelo su un piatto da portata, prendete il fondo di cottura e versatelo sui pezzi di pollo, decorate con le fettine di lime arrostito ed accompagnate il tutto con le chips preparate.

Buon appetito!!!!

dsc04079

, , ,

10 commenti

FILETTO DI MAIALE ARROSTO CON SUSINE


dsc03992dsc03990

DIFFICOLTA’: FACILE

PREPARAZIONE: 30 MINUTI

COTTURA: 1 ORA CIRCA

Ingredienti (per 4 persone)

800 g     filetto di maiale

200 g     susine

2            fette di pancetta (spesse circa 1 cm) tagliate a listarelle

1            ramoscello di rosmarino

q.b.       erba salvia

q.b.       olio evo

1            cipolla

1            scalogno

2            carote

q.b.       sale

q.b         pepe macinato grosso

250 ml    acqua

Preparazione

Nel bicchiere del mixer, tagliate grossolanamente cipolla, scalogno, carote e frullate tutto.

Prendete il filetto, appoggiatelo sul tagliere e con l’aiuto di un coltello affilato e lungo praticate un taglio centrale nel senso della lunghezza. Lavate le susine e mettetele da parte, poi prendete una susina e tagliatela a spicchi sottili. Infilate nell’intaglio alcune listarelle di pancetta (tenete il resto da parte) e gli spicchi di susina. Richiudete e arrotolate bene l’arrosto nello spago da cucina.

Su di un tagliere poi, mettete del sale e del pepe e rotolateci l’arrosto, premendolo bene e massaggiandolo per far penetrare bene il condimento nelle fibre.

In una pirofila da forno, aggiungete dell’olio extravergine (circa 3 o 4 cucchiai), adagiate il filetto al centro, disponetevi poi tutt’intorno, in modo uniforme, le susine tagliate in quattro, la pancetta a listarelle rimasta e per finire il rosmarino e la salvia legati insieme con lo spago da cucina (bouquet aromatico). Irrorate il tutto con il mix di verdure frullate, 250 ml di acqua e condite con sale e pepe.

Fate cuocere in forno il filetto per circa 1 ora a 180°C, girandolo almeno 2 volte e controllando sempre che il liquido non si asciughi troppo (se dovesse asciugarsi eccessivamente, unite qualche cucchiaio di acqua calda). Quando è ben dorato, levatelo dal forno e mettete la carne sul tagliere a riposare, eliminate il rosmarino e la salvia

Passato il tempo necessario (*), affettatelo a fette non troppo sottili, disponetele in un piatto da portata. Nappate la carne con il fondo di cottura e distribuitevi sopra i pezzi di susina.

(*) non tagliate mai la carne appena levata dal forno/padella, altrimenti, quando andrete ad affettarla rilascerà immediatamente i succhi che finiranno sul tagliere, la carne invece va lasciata riposare per qualche minuto così quando andrete poi ad affettarla i succhi si saranno distribuiti nelle fibre in modo omogeneo rendendola succulenta e donandole un sapore ineguagliabile.

2 commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: